lunedì 22 ottobre 2007

Una notte al museo (A night at the museum)


FILM: Passabile "fantacomedy" che scherza sull'importanza di preservare la memoria storica. Interpretata da Ben Stiller, vanta una premessa "Jumanjiana" abbastanza divertente, ma poi s'incaglia nel tentativo d'essere commedia e satira allo stesso tempo, senza convincere in nessun comparto. Apprezzabili alcuni siparietti con Owen Wilson in versione cowboy miniaturizzato, triti, invece, i segmenti con Robin Williams, la cui interpretazione è di maniera. Il ritmo è sostenuto, ed allietato sia da effetti digitali che sfiorano la perfezione, sia dalle gustose citazioni cinematografiche (da Gulliver ad Armageddon). Come anticipato, però, le incoraggianti premesse della prima parte si stemperano in una risoluzione assurda e buonista, che sacrifica i pur lodevoli tentativi di riflettere sulla giusta interpretazione dei fatti storici (dissacrandoli o reinventandoli) per concentrarsi sull'ennesima riconciliazione fra padre divorziato e figlio che lo ritiene un incapace. La storiella fra Stiller e la professoressa (che accetta il "fantastico" senza batter ciglio) è l'altro punto a sfavore d'una sceneggiatura scombinata, e che scivola anche sull'intuizione più geniale, cioè il mistero "cooconiano" dei tre guardiani, mal svelato e poco sfruttato. Quanto a Stiller (un "nonsense" fatto attore), il suo problema è sempre lo stesso: fà ridere quando vorrebbe esser serio, e sembra serio quando dovrebbe far ridere. Poco male, dato che, a tratti, è lo stesso problema del film.

QUALITA' VIDEO (7 e 1/2 su 10): I dati tecnici del video non sono eccezionali, dato che il film è compresso con il vetusto algoritmo mpeg2 ed ospitato su un disco da "soli" 25 MB: tuttavia, la resa finale dell'immagine è davvero buona e a tratti s'avvicina a livelli di riferimento. Fin dalle prime battute, è possibile riscontrare un'impostazione molto "calda" dei colori e soprattutto del contrasto, che produce un quadro brillantissimo e dai neri sempre profondi. Il bianco è molto neutro ed intenso, al punto da sfiorare più volte una sorta di "bruciatura" che però non inficia mai i dettagli. Proprio questi ultimi, poi, sono valorizzati da una definizione quasi sempre altissima (anche se non super-tagliente), che restituisce primi piani naturali e campi lunghi ben a fuoco, e cioè tipicamente HD. La grana del quadro è finissima e si mantiene costante per tutta la durata del film, mentre la nitidezza non mostra segni di grave cedimento nemmeno nelle scene finali più scure. La pellicola in condizioni perfette è l'ulteriore pregio di questo trasferimento molto valido ma che tuttavia non raggiunge i massimi livelli a causa d'alcuni difetti tanto marginali quanto evidenti. Il primo consiste in una certa invadenza dell'Edge Enhancement, che, per quanto sottile, intacca le sequenze con i contrasti più marcati. Il secondo, invece, si sostanzia nella "durezza" di certe sfumature degli incarnati, poco graduali ed affogate nell arancione, colore che comunque caratterizza tutta la fotografia del film. Terzo ed ultimo, è la lieve rumorosità di qualche fondale, sempre a causa dei colori più carichi. Niente che rovini la visione, ben inteso, ma che di sicuro fà rimpiangere il mancato utilizzo del disco a doppio strato e magari dell'algoritmo di compressione VC1.

QUALITA' AUDIO (7 su 10): La traccia italiana DTS è valida quasi quanto il video, ma soffre d'un piccolo difetto che si manifesta all'inizio ed alla fine del film. In dettaglio, si tratta di due "schiocchi" nel canale posteriore destro: il primo durante la passeggiata di Stiller e il figlio nel parco della città, ed il secondo poco prima dell'ultima sequenza. Quest'iltimo "colpo", in particolare, è piuttosto potente, al punto che, a volumi molto elevati, potrebbe anche danneggiare diffusori con scarsa tenuta. A parte questo spiacevole problema, la traccia si distingue per l'ottima pulizia, il buon volume di registrazione (comunque non fra i più elevati) e la consistenza del fronte anteriore. La separazione sui diffusori laterali è ottima, così come lo è la definizione degli effetti, ben riprodotti su tutta la banda. Le voci sono prive di distorsioni, anche se suonano leggermente cupe e "nasali" nelle prime battute. Inoltre, sempre le voci sono talvolta "sovrastate" da una lieve vibrazione ad altissima frequenza alla quale però ci s'abitua subito, e che comunque scompare entro i primi 20 minuti di pellicola. Anche il lavoro dei canali posteriori è egregio, seppur non "estenuante": come prevedibile, gli effetti e i panning fronte retro abbondano nelle scene più movimentate (quelle del tirannosauro, gli inseguimenti degli unni ed il finale) ma nelle scene tranquille la sensazione è che manchi un'ambienza adeguata. Inoltre, anche le musiche non "spingono" quanto ci si sarebbe aspettato ed in alcuni frangenti sembrano fin troppo in secondo piano. In ogni caso, la traccia fornisce un buonissimo compendio alle immagini, grazie anche al discreto apporto di tutta la gamma medio bassa, subwoofer incluso.

QUALITA' CONTENUTI EXTRA (3 su 10): Dallo scarnissimo menù a scomparsa si possono selezionare una traccia di commento del regista Shawn Levy e i trailer HD di Fantastici 4, L'era glaciale 2, La leggenda degli uomini straordinari, Eragon e Xmen: conflitto finale.

link a recensioni esterne:
AfDigitale (Bluray italiano)
Highdefdigest (Bluray americano)
DVD Authority (Bluray americano)
DVD Town (Bluray americano)
DVD Verditct (Bluray americano)

Scheda del film
Imdb

1 commento:

senna977 ha detto...

A me il film è piaciuto, chiaramente per una visione singola